Paraschizzi in cucina!

Paraschizzi in cucina!

Paraschizzi in cucina!

In cucina le pareti dietro lavello e fuochi devono essere protette. Il paraschizzi dovrà essere in armonia per colore e stile con il pavimento, con le altre pareti non rivestite e anche con i mobili. Come sempre vale la regola di optare per colori chiari se la cucina è piccola o buia e se i mobili sono scuri in modo da creareun gradevole contrasto e dare più luce all’ambiente. Al contrario se i mobili sono bianchi o in essenze chiare, stanno molto bene anche rivestimenti grigi o marroni che fanno risaltare l’arredo.

653084da004e1c34105dfc150a2fd188
 

Vista la destinazione d’uso il rivestimento da parete per la cucina deve essere facile da pulire e resistente a calore e macchie. Inoltre deve poter sopportare l’aggressione degli agenti chimici contenuti nei detergenti.  Assicuratevi quindi che la piastrella non sia porosa e quindi tendente ad impregnarsi di sporco ed essere difficilmente lavabile. Una soluzione molto attuale per il paraschizzi è l’utilizzo del vetro laccato, che può essere colorato in tutta la gamma RAL e decorato con disegni, per cui permette di ottenere gradevoli risultati estetici. Si tratta però di un materiale molto costoso.

0a59b9febab0286658d1a2c207f50885

Esistono comunque diversi materiali utilizzabili allo scopo:

• le piastrelle ceramiche rappresentano la soluzione più diffusa;

• alcuni produttori di mobili propongono uno schienale realizzato con lo stesso materiale del piano di lavoro;

• valide soluzioni alternative, tra cui particolarmente gettonata la resina.


La resina è un materiale facilmente lavabile e quindi adatto allo scopo. Per utilizzare la resina in questo modo è opportuno predisporre la parete, in particolare nelle zone più soggette a infiltrazioni, con un idoneo trattamento impermeabilizzante, analogo a quello che si usa per pareti e pavimenti delle docce. La resina teme particolarmente il calore, per cui bisogna fare molta attenzione nella zona dei fuochi al contatto con manici di pentole e padelle.

IMG_0140
 

Nell’ambito delle collezioni ceramiche esistono coordinati con piastrelle dalle caratteristiche diverse a seconda dell’uso a parete o a pavimento, dato che in quest’ultimo caso occorrono particolari doti di resistenza all’usura e al calpestio.

Tuttavia si può avere la necessità di abbinare un rivestimento in piastrelle a un pavimento di altro tipo, ad esempio un parquet, o sempre in ceramica ma appartenente ad altra collezione. In questi casi bisogna fare molta attenzione ad armonizzare colori, forme ed eventuali decori.

blog-april-splashbacks-pattern-breathe-com-au

Una soluzione molto interessante è rappresentata dai mosaici, molto semplici da applicare in quanto le tessere sono in genere montate su teli da incollare alle pareti.


5b06f5da8e6d81815185bb4bdceaa9f5
 

E se proprio non amate l’idea di alcun tipo di rivestimento, una ulteriore soluzione potrebbe essere quella di tinteggiare la parete della cucina con uno smalto opaco all’acqua. È semplice da applicare, poco costoso e soprattutto lavabile e si può anche utilizzare il tipo adatto per i termosifoni e quindi resistente al calore.

L’unico inconveniente di questo tipo di pittura è che comunque si noterebbe la differenza con le restanti pareti della cucina, che è preferibile non tinteggiare completamente con questo materiale, poco traspirante e quindi non molto adatto a un ambiente con molta presenza di umidità e vapore.


I consigli dell’esperto:
  • Al momento dell’acquisto conviene ordinare sempre almeno il 10% in più delle piastrelle necessarie (1-2 mq), soprattutto dei pezzi speciali, per avere una scorta in caso di eventuali riparazioni.
  • Al momento della scelta tenere presente che l’illuminazione artificiale modifica i colori delle piastrelle.
  • Per la pulizia basta di solito passare un panno morbido imbevuto d’acqua. Usare in ogni caso detergenti neutri o specifici per la ceramica, perché quelli aggressivi possono col tempo opacizzare la superficie delle piastrelle e addirittura sgretolare il materiale cementizio usato per le fughe.

  Nella galleria potrete trovare tantissime idee sfiziose ed originali!
Scopri i nostri servizi: http://www.silviascirocco.it/servizi/
  HAI BISOGNO DI UN PREVENTIVO?
Richiedi Preventivo

3 Commenti su “Paraschizzi in cucina!”

Lascia un commento

Credits: http://www.mandarinoadv.com
Privacy | Termini e condizioni